Invalsi 2014, denunciati tre giovani hacker

Individuati i responsabili della violazione del sistema informatico dell'istituto

Sono stati denunciati i tre giovani hacker che si sono introdotti nel sito dell'Invalsi e hanno prima sostituito la home page con un'immagine a luci rosse, e poi hanno tentato di acquisire i test preparati per l'esame di terza media, che si è svolto regolarmente oggi (QUI le soluzioni).

16 giugno

La scorsa settimana si è verificato il 'baco' del sito del Miur, ma anche questa settimana è iniziata con un po' di fibrillazione: il personale dell'Invalsi, l'istituto che si dovrà occupare della prova nazionale prevista nell'esame di terza media (che si svolgerà giovedì 19 giugno), ha scoperto un attacco hacker al sistema informatico.

L'intrusione è stata denunciata alle autorità ed è stato informato anche il ministero dell'Istruzione, che ha diramato un comunicato stampa:

"Il personale dell'Invalsi ha accertato un'intrusione sul sistema informatico dell'Istituto che è stata immediatamente denunciata alle autorità competenti. Del fatto è stato subito informato anche il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, visto l'approssimarsi della prova nazionale Invalsi che giovedì 19 giugno coinvolgerà i circa 600.000 ragazzi alle prese con l'esame di terza media. Le indagini in corso faranno luce su quanto accaduto. Nel frattempo il Miur e l'Invalsi assicurano il regolare svolgimento della prova nazionale di giovedì 19 giugno. Il Miur precisa che quanto accaduto all'Invalsi non ha alcuna correlazione con il blocco che negli scorsi giorni ha interessato il portale SIDI del Ministero"

Tutto sotto controllo quindi, anche questa volta.

Il calendario delle prove degli esami di terza media - fatta eccezione per l'Invalsi che come già detto è una prova nazionale - è stato deciso in modo autonomo da ogni scuola. In ogni caso, le prove scritte di Italiano, Matematica e Lingue straniere si terranno questa settimana. Subito dopo le prove scritte, si terrà l'orale a carattere pluridisciplinare.

Come funziona la prova Invalsi

La prova nazionale si svolgerà, in sessione ordinaria, dalle ore 8.30 (in prima e seconda sessione suppletiva il 25 giugno ed il 2 settembre con inizio sempre alle ore 8.30). Per rispondere ai quesiti i candidati hanno a disposizione 75 minuti per ciascuna materia, Italiano e Matematica - per gli alunni con disturbi specifici di apprendimento o disabilità possono essere previste tempistiche diverse e strumenti ausiliari -.

Subito dopo lo svolgimento della prova le sottocommissioni procederanno alla correzione avvalendosi di una griglia apposita predisposta dall'Invalsi e resa pubblica sui siti degli Uffici scolastici regionali, degli Uffici territoriali e sul sito dell'Invalsi a partire dalle 12.00 del 19 giugno 2014.

Il voto massimo che ciascun candidato potrà ottenere è di 10/decimi.

Per evitare la copiatura, le scuole predisporranno due coppie di docenti per la vigilanza, che dovranno insegnare una materia diversa da quella d'esame, e gli studenti dovranno consegnare i cellulari. In ogni caso le prove sono state organizzate in cinque versioni differenti con le domande uguali per tutti gli studenti, ma inserite in ordine diverso.

invalsi2014

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO