Maturità 2015: le versioni degli anni precedenti

Seconda prova: ecco anno per anno tutte le versioni di latino e greco


filosofi-greci-maturita-2012

Greco o latino? Qualunque essa sia, la seconda prova rimane da anni una delle verifiche più impegnative per gli studenti che affrontano la Maturità classica. Se da una parte si viene a conoscenza della materia con largo anticipo, in modo da potersi preparare al meglio, dall'altra l'incognita sull'autore suscita uno stato di ansia che si scioglie solo la mattina della prova.

Non è detto però che quest'ansia si sciolga del tutto: se infatti dalla busta viene fuori un autore di difficile traduzione e comprensione  - come Aristotele, o Tacito per la versione di latino - quelle quattro ore di verifica diventano veramente troppo poche per interpretare il testo in un italiano chiaro e comprensibile.

Dal 2000 al 2015, la seconda prova per gli studenti italiani del Liceo Classico è consistita rispettivamente in latino per 8 anni e i restanti 6 dal greco all'italiano.

Gli anni in cui il Miur ha scelto la versione dal greco sono stati i seguenti:

- 2001: "L'uomo cittadino del mondo", di Epitteto, autore poco conosciuto e di difficile interpretazione;

- 2004: "Il lungo cammino dell'uomo verso la convivenza civile", del filosofo greco Platone, tanto amato dai maturandi per la sua facile comprensione del testo;

- 2006: "L’uomo è padrone della parte migliore di se stesso", tratto da "De tranquillitate animi" di Plutarco;

- 2008: Traduzione dei paragrafi 41 e 42 del trattato "Come si deve scrivere la storia" di Luciano di Samosata, scrittore e retore greco di origine siriana. In questi passi l'autore esorta ad un tipo di storiografia il più obiettiva possibile e lontana da ogni forma di adulazione dei potenti;

- 2010: Ritorna Platone con "Socrate e la Politica", tratto da "L'Apologia di Socrate" e appartenente agli scritti giovanili del filosofo;

- 2012: "Non il caso ma la finalità regna nelle opere della natura" è il brano tratto da "De partibus animalium" del filosofo, scienziato e logico Aristotele. Un ritorno d'eccellenza, visto che Aristotele mancava dai banchi della Maturità da ben 34 anni.

- 2014: il brano scelto è di Luciano di Samosata, che ritorna dopo soli 7 anni. l titolo dell'estratto è "L'ignoranza acceca gli uomini", dal libro "Contro un bibliomane ignorante".

Gli anni in cui invece è toccata la versione di latino:

- 2000: La formazione dell'architetto di Vitruvio
- 2002: Non c'è amicizia senza lealtà di Cicerone
- 2003: Il lento cammino della conoscenza di Seneca
- 2005: Caso e necessità di Tacito
- 2007: Io ho quel che ho donato di Seneca
- 2009: Clemenza e severità di Cicerone
- 2011: Il vero bene è la virtù di Seneca
- 2013: Omero maestro di eloquenza di Quintiliano

  • shares
  • Mail