#facilecambiare l'Italia, il nuovo libro di Alessandro Rimassa

Un libro che insegna un metodo per cambiare, invece di affidarsi a “grandi idee” che poi restano lettera morta.

Arriva in libreria, per i tipi della Hoepli, il testo di Alessandro Rimassa (già autore di Generazione mille euro a cui si riferisce il video in apertura) dal titolo È facile cambiare l’Italia se sai come farlo, pubblicazione quanto mai attuale visto il clima politico di elezioni in cui tutti vogliono cambiare e in cui, di fatto, nulla cambia.

Rimassa parte da un assunto concreto: nella vita pubblica italiana, infatti, si parla sempre di idee, di grandi idee, che però poi si perdono per strada perché non c’è metodo, che è quello che contribuisce alla realizzazione delle idee. Il libro in questione, quindi, nasce proprio con l’intento di fornire alcuni metodi, riassumendo alcune esperienze già in essere.

Alessandro Rimassa propone dieci metodi, ma forse l’ambizione del libro è più alta: aiutare le persone a ragionare con metodo e con la propria testa per far sì che le idee diventino realtà. Un po’ il vecchio adagio, sempre attuale, che i grandi cambiamenti avvengono sempre da se stessi: pretendere di cambiare un intero paese rimanendo sempre uguali a sé non ha molto senso. Il cammino da compiere parte da ognuno di noi per poi concretizzarsi. Nel libro È facile cambiare l’Italia se sai come farlo:

Non troverete soluzioni programmatiche o proposte politiche, ma metodi attuabili da qualsiasi persona, organizzazione, associazione, amministratore o partito: la razionalizzazione di molti modelli utilizzati oggi nella società, nella formazione, nelle aziende, nella rete che, se uniti insieme, possono lanciare la rivoluzione culturale di cui l'Italia ha estrema urgenza.

Il manifesto del cambiamento in 10 punti


È facile cambiare l’Italia se sai come farlo

E quali sono questi metodi? Eccoli riassunti brevemente:


  1. È facile cambiare l'Italia, se immaginiamo un futuro frutto di una visione chiara e inclusiva.

  2. È facile cambiare l'Italia, se sviluppiamo la cultura del progetto e dell’innovazione.

  3. È facile cambiare l'Italia, se attiviamo meccanismi di condivisione e progettazione partecipata.

  4. È facile cambiare l'Italia, se scegliamo co-creazione e intelligenza collettiva al posto del potere del singolo.

  5. È facile cambiare l'Italia, se impariamo a ossigenare il cervello e azionare il pensiero laterale.

  6. È facile cambiare l'Italia, se liberiamo l’energia dei giovani mettendoli al centro del sistema.

  7. È facile cambiare l'Italia, se costruiamo una human-centered-society con lo sharing come nuovo modello socio-economico.

  8. È facile cambiare l'Italia, se condividiamo che fondare una startup sia un forte gesto politico con valore sociale.

  9. È facile cambiare l'Italia, se crediamo nel made in Italy come fattore di unicità del nostro Paese.

  10. È facile cambiare l’Italia, se trasformiamo lo Stato in una casa trasparente aperta alla partecipazione attiva dei cittadini.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO