Le montagne volanti, di Poul Anderson. Urania Collezione maggio 2014

Poul Anderson per Urania Collezione di maggio 2014

Le uscite di Urania per maggio 2014 sono: Un mondo per gli Artefici, di Charles Sheffield, per Urania collana madre, ne abbiamo parlato qui, Le montagne volanti, di Poul Anderson, per Urania Collezione, Il libro del fiume e delle stelle, di Ian Watson, per Urania Millemondi. Oggi presentiamo il secondo che, come Un mondo per gli Artefici, ci porta dalle parti della space opera.

Poul Anderson (1926-2001), americano, di origini scandinave, laureato in fisica, è stato un importante e amato scrittore di fantascienza (e fantasy), sette volte Premio Hugo e tre Nebula. Negli Anni Settanta Anderson fu Presidente della Science Fiction and Fantasy Writers of America.

Attivo sin dal 1947, anno in cui, ancora studente, pubblicò un racconto sulla rivista Astounding, Anderson, prolifico storyteller, difficilmente catalogabile, scrisse - toccando pressochè tutti i temi della fantascienza e unendo scienza, tecnologia, avventura, poesia, politica e filosofia, hard e soft sci-fi quindi - decine e decine di romanzi (ricordiamo, tra fantascienza e fantasy, almeno Tau Zero/Tau Zero, Quoziente 1000/Brain Wave, Crociata spaziale/The High Crusade, La spada spezzata/Broken Sword, Tre cuori e tre leoni/Three Hearts and Three Lions, Operazione Caos/Operation Chaos, Le gallerie del Tempo/The Corridors of Time, Tempesta di mezza estate/A Midsummer's Tempest), spesso raccolti in cicli (tra questi: La Lega Psicotecnica, La Lega Polesotecnica, suddiviso nei sottocicli di Nicholas Van Rijn e Dominic Flandry, La pattuglia del Tempo, Harvest of Stars, etc.).

Centinaia anche i racconti, inizialmente apparsi sulle leggendarie riviste del fantastico del passato (Amazing, Analog, Fantastic Stories, Astounding), frequentemente raccolti, in tempi successivi, in antologie e vincitori di molti premi, oltre agli Hugo e ai Nebula.

Tra i tanti temi toccati dall'eclettico Anderson, quello de Le montagne volanti (Tales of the Flying Mountains) - raccolta di racconti del 1970, pubblicata in Italia, con la traduzione di Roberta Rambelli, da Fanucci, nel 1978 e nel 1984 - è il viaggio spaziale.

Le storie si ambientano nel futuro prossimo, in seno alla colonizzazione dello spazio - novella terra della libertà, come fu, un tempo, l'America (argomento caro ad Anderson) - da parte del genere umano.

le-montagne-volanti-anderson-urania-collezione-maggio-2014

Questa la sinossi ufficiale del libro: In un’astronave scavata nel cuore di un asteroide, grande quanto una città, un’intera popolazione è lanciata verso le stelle. Il viaggio durerà più generazioni e saranno figli e nipoti di chi è partito a esplorare effettivamente i mondi raggiunti al termine dell’odissea. Chiusi nel pianetino-astronave, i capi della spedizione discutono su come educare i giovani ad affrontare le prove che li aspettano. La risposta è ovvia: offrendo loro una serie di miti tratti dalla storia di chi ha concepito e reso possibile il volo spaziale. Questo lo sfondo sul quale Poul Anderson ha tracciato lo svolgimento della sua grandiosa epica spaziale, detta delle “Montagne Volanti” con riferimento alla fascia degli asteroidi stesa fra Marte e Giove. La loro conquista è concepita dunque come un’epopea simbolica, in contrasto con la società terrestre invecchiata, vuota d’iniziativa e preoccupata soltanto di conservare stabilità e benessere.

Poul Anderson
Le montagne volanti
Urania Collezione 136 (Mondadori)
€ 5,90
In edicola a maggio

urania-maggio-2014-mondadori

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO