Salone del Libro di Torino, il Bene è il filo conduttore

Perché parlare di Bene? Perché di fronte a una crisi globale che è anzitutto morale e culturale diventa urgente la necessità di ridefinire le regole del gioco, di provare a disegnare un catalogo di valori, esperienze, sensibilità di segno positivo, da cui provare a ripartire.

Giunge alla sua ventisettesima edizione il Salone Internazionale del Libro di Torino, che si terrà da giovedì 8 a lunedì 12 maggio al Lingotto Fiere (via Nizza 280).

Il filo conduttore di quest'anno è il Bene. Bene nelle sue implicazioni filosofiche, etiche, storiche, letterarie e neuroscientifiche, ma anche il concetto di Bene comune. La suggestione di Primo Levi del "lavoro fatto bene" per riscoprire la cura artigianale anche nella creazione e produzione editoriale.

Di fronte a una crisi globale che è anzitutto morale e culturale - scrivono sulla pagina ufficiale del Salone - diventa urgente la necessità di ridefinire le regole del gioco, di provare a disegnare un catalogo di valori, esperienze, sensibilità di segno positivo, da cui provare a ripartire. Non discorsi astratti, ma un’agenda di cose da fare. E da fare bene, al meglio possibile.

bene

Si proverà, partendo da questo tema, a stravolgere le carte, a dare una lettura della storia e della società non più negativa, ma positiva e costruttiva, traendo spunto dalle risposte che la letteratura e la filosofia ha dato ai bisogni primari delle società umane.

Il tema del Bene verrà presentato inizialmente da Susanna Tamaro, madrina del Salone 2014: sarà lei, giovedì 8, a introdurre l'argomento sulla necessità del Bene e sulle conseguenze che la cancellazione della linea di demarcazione tra il bene e il male hanno provocato sulle nuove generazioni, come confusione e offuscamento dei valori. Del bene dal punto di vista etico invece ci parlerà Fernando Savater, a vent'anni dau suo "Etica per un figlio", mentre Stefano Bartezzaghi disegnerà una mappa dei tanti usi che facciamo, consapevolmente o meno, della parola «Bene».

Salone Off, più di 500 appuntamenti a Torino e dintorni

Il Bene nelle sue varie forme e sfaccettature: dal concetto di Bene in filosofia (con Armando Massarenti) al concetto di dono e compassione nella lectio magistralis di Enzo Bianchi, alla variazione nel mondo scientifico, in un dibattito con l’olandese Frans De Waal su come i comportamenti morali dell’uomo non discendano da precetti religiosi, ma rispondono alle esigenze dell’evoluzione biologica della nostra specie.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail