Invito alla lettura, nasce il "libro sospeso"

Un'iniziativa per invogliare alla lettura che trae spunto da una bella abitudine napoletana.

Cosa è il libro sospeso? Nessuna installazione moderna, ma un'iniziativa per rendere la lettura un momento di condivisione e solidarietà. Un iniziativa con tanto di hastag, #librosospeso, partita poco tempo fa e subito diventata in un evento virale da diffondere su tutti i social network.

In cosa consiste il libro sospeso? Semplice: un cliente si reca in libreria e compra due libri, uno per lui e un altro per il prossimo cliente, che a sua volta - se vorrà -  accetterà il regalo e ne pagherà un altro a chi arriverà dopo di lui. Una catena di libri, un regalo che si fa per invogliare gli altri alla lettura, magari condividendo con loro i nostri gusti in fatto di libri.

Il libro sospeso è un'iniziativa presente in tante librerie d'Italia, da Reggio Emilia a Salerno, dal nord come al sud e si rifà allo storico "caffè sospeso" napoletano: a Napoli, in pratica, ognuno che va al bar lascia sempre un caffè pagato per qualcun altro. Stessa filosofia, diverso contenuto, perchè il libro è qualcosa di sicuramente più impegnativo e più intimo di una semplice tazzina di caffe. Un gesto d'amore per la cultura ma anche un modo creativo per creare nuovi, appassionati, lettori: in Italia, infatti, si legge sempre meno. Lo dicono i dati Istat: nel 2013, "la popolazione di 6 anni e più che si è dedicata alla lettura di libri (per motivi non strettamente scolastici o professionali) nell’arco degli ultimi 12 mesi è pari al 43%", il che vuol dire che il 57% degli italiani non ha letto nemmeno un libro. Che questa storia del libro regalato non spinga più gente ad avvicinarsi alla lettura.

 

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 28 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO