Ennio Morricone e le grandi passioni letterarie in musica

Tra musica e letteratura, i testi musicati da Ennio Morricone.

Le suggestioni letterarie puntellano gran parte della produzione musicale del grande maestro Ennio Morricone. Reduce dal concerto di ieri, ed ancora immersa negli acuti suoni dei violini, ho cercato di ripercorrere le opere letterarie messe in musica per gli adattamenti cinematografici dal compositore italiano e ne è venuta fuori una nutrita ed lista che ho voluto ricollegare ai supporti libreschi, in un singolare percorso da assaporare con occhi e orecchie.
Immaginiamo le sue mani, che hanno stretto il meritatissimo Oscar alla carriera nel 2007, e riescono a brandire con dolce forza la bacchetta da direttore d'orchestra, accarezzare pagine fitte di caratteri classici del bardo Shakespeare, animato in "Amleto" di Franco Zeffirelli e in una recente versione teatrale di "Riccardo III" per poi rivolgersi ad un pilastro della letteratura d'avventura come "Ventimila leghe sotto i mari" di Jules Vernes, su testi di Franco Soprano Writer.
Per poi sfociare nel '900 con "Sostiene Pereira" di Roberto Faenza, ispirato al romanzo di Antonio Tabucchi (rappresentato nel video nel suggestivo scenario di Piazza San Marco a Venezia) dar spessore a "Il deserto dei Tartari", film di Valerio Zurlini ispirato all'opera di Dino Buzzati con evidenti suggestioni estetiche di Giorgio de Chirico, la versione moderna del "Decamerone" non di Boccaccio ma di Pier Paolo Pasolini e le commuoventi e stridenti parole di "Se questo è un uomo" del sopravvissuto Primo Levi, per soprano, voce recitante, violino solo e archi.

Via | chimai.com

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati