Caro Babbo Natale, un libro francese per festeggiare mezzo secolo di letterine

Eccovi la conferma che, anche nelle nebbie dell'iper-contemporaneo, siamo ancora in atmosfera natalizia... Come dimostra l'eco dei festeggiamenti per i cinquant'anni del servizio delle Poste Francesi dedicato proprio alle famose letterine, che compie cinquant'anni di attività con un bel libro di Jean-Pierre Guéno. E se dietro l'operazione non ci sono veri e propri folletti, nel secrétariat du Père Noël, apposito ufficio di Libourne (nella regione della Gironde), destinato ad accogliere le lettere dei numerosi piccoli desiderosi di corrispondere con Babbo Natale, l'operosità resta una caratteristica di tutti gli 80 impiegati, ben consci dell'enorme mole di lavoro da compiere nel tempo limitato della fine dell'anno. Perché se ai mittenti basta scrivere sulla busta "Père Noël", per essere sicuri che arriverà a destinazione, anche senza francobollo, ciò non toglie che il merito sia della bella iniziativa de La Poste lanciata nel lontano 1962 e passata, dai 6000 invii di allora ai circa un milione e mezzo d'oggi.

E se è ormai troppo tardi per quest'anno, dato che le missive devono pervenire entro il 20 dicembre, prima della chiusura del giorno successivo, non resta che organizzarsi per l'anno prossimo, magari utilizzando l'apposito sito laposte.fr/pere-noel

Ma il bello deve ancora venire perché il tomo in questione, edito da Télémaque non poteva che chiamarsi "Cher Père Noël!", un libro che riunisce un florilegio delle più belle lettere che sono state scritte a lui o ai suoi antenati da più di un secolo ed esprime sopra ogni cosa, l'emozione e l'impazienza che ci catturano ogni anno quando attendiamo la gran notte del 24 dicembre.

Via | editionstelemaque.com