Premio Nobel Letteratura 2016, le predizioni sbagliate

Mancano pochi giorni  - 13 ottobre 2016 – all’assegnazione del Premio Nobel per la Letteratura e il gioco del toto favoriti è già partito da qualche settimana. Nella rosa dei favoriti di quest’anno c’è Haruki Murakami, seguito a ruota dall’ eterno Philip Roth, da anni rilanciato e poi scavalcato da altri autori (un po’ lo stesso destino riservato per anni a Leonardo di Caprio con l’Oscar).

Come molti notano, però, i nomi dei papabili vincitori del Premio sono solitamente scelti da chi probabilmente non li ha mai letti in vita loro: secondo il Boston Globe, i bookmakers selezionano i candidati assegnando un valore numerico a fattori quali “il chiacchiericcio dell’industria culturale, la nazionalità di un autore e i suoi precedenti storici piuttosto che i meriti relativi ad ogni suo libro”.

Quest’anno tutte queste caratteristiche stanno attualmente dando per favoriti autori come Murakami, Roth e Joyce Carol Oates. Tutti sanno in realtà che le previsioni dei bookers hanno raramente fatto centro. Ecco una breve carrellata di nomi a suggellare questa teoria.

2012:

Predizione: Haruki Murakami. Vincitore, Mo Yan

2011:

Predizione: Adonis. Vincitore Tomas Transtomer

2010:

Predizione: Tomas Transtomer. Vincitore:  Mario Vargas Llosa

2009:

Predizione: Amos Oz. Vincitore: Herta Muller

2008

Predizione: Claudio Magris. Vincitore: Jean-Marie Gustave Le Clézio

2007

Predizione:  Philip Roth. Vincitore:  Dorris Lessing

2006

Predizione: Orhan Pamuk. Vincitore: Orhan Pamuk

2005

Predizione:  Adonis. Vincitore:  Harold Pinter

2004

Predizione:  Adonis. Vinicitore:  Elfriede Jelinek

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati