Da Cola Pesce a Giufà, tutte le leggende popolari siciliane

“Fiabe e leggende popolari siciliane” è la raccolta dedicata alla tradizione siciliana

Chi ha avuto origini siciliane o ha avuto - o ha - i nonni  meridionali sa chi è Cola Pesce (o Colapesce). Non il noto cantautore, ma il protagonista di leggendarie avventure di secoli e secoli fa.

Ora questo misterioso personaggio metà uomo e metà pesce, reso noto dalle fiabe di Italo Calvino, ritorna in libreria con “Fiabe e leggende popolari siciliane”, protagonista in 17 fiabe raccolte nel vasto calderone della tradizione siciliana da Giuseppe Pitrè e riunite per la prima volta insieme da Donzelli in un volume di 173 storie del repertorio siciliano.

La raccolta, unica nel suo genere – il testo è in siciliano con traduzione a fronte in italiano – è un omaggio per il centenario della morte di Pitrè, il più importante raccoglitore e studioso di tradizioni popolari siciliane.

“Fiabe e leggende popolari siciliane” avrà una particolare appendice sulla leggenda di Cola Pesce; sempre a Cola Pesce inoltre è stato dedicato un altro libro “Cola Pesce e altre fiabe e leggende popolari siciliane", curato da Bianca Lazzaro, con illustrazioni di Fabian Negrin. I volumi saranno presentati in anteprima a Palermo il prossimo 15 aprile, nella sede della Società siciliana per la Storia patria.

La particolarità di questo personaggio è la sua provenienza: ogni luogo della Sicilia ha la sua versione di Cola Pesce, anche se alla base c’è la leggenda di quest’uomo che, dopo essersi calato in mare, decide di non tornare più, ma nessuno crede sia morto e tutti lo aspettano.
In realtà Cola Pesce  ha lasciato le sue tracce anche nel resto del Mediterraneo e addirittura in Nord Europa Assieme a lui, nelle fiabe torna un altro, noto personaggio delle leggende tramandate oralmente: si tratta di Giufà, personaggio credulone, che qui compare per la prima volta con il papà.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain