Twitter, gli hashtag più popolari del 2015

La classifica degli hashtag più condivisi in Italia dell'anno appena concluso

La vita sociale di un individuo è scandita dagli hashtag. Ogni mese, ogni iniziativa, evento o accadimento nefasto o gioioso si porta con sè una parola o un concetto preceduto dal celebre cancelletto, la chiave di volta di Twitter. Ma quali sono state le parole chiave del 2015 in Italia? E in particolare, quali parole, seguite dal cancelletto, hanno reso celebre l'anno che si è appena concluso?

Per quanto riguarda gli eventi in generale, al primo posto troviamo tutti gli hashtag relativi all'evento dell'anno: Expo 2015. O meglio: #Expo2015, seguito da #CharlieHebdo, #Grecia, #labuonascuola e #LoweWins. Al sesto posto #JeSuisCharlie, al settimo #Isis, ottavo per #MafiaCapitale, nono per #ddlconcorrenza, decimo per #migranti.

Facendo un focus sul mondo della letteratura, le parole più "hashtaggate" sono state #IlLibroPerMe, proposto dal sito Il Libraio che chiedeva ai lettori di suggerire "il libro che più ti ha dato una mano". C'è poi #SvetlanaAleksievic, Premio Nobel per la Letteratura 2015, #SalTO2015 per commentare e seguire le iniziative del Salone del Libro di Torino. Ha spopolato negli ultimi giorni dell'anno #2015TraILibri, dove mostrare, commentare e suggerire i libri letti durante l'anno che si chiude. E poi ci sono tristi hashtag per commemorare la morte di grandi scrittori come Eduardo Galeano, Gunter Grass, ma anche #Barbapapà, a causa della scomparsa di Talus Taylor, il papà dei libri animati degli anni Settanta. Non può mancare nella classifica #Mondazzoli, crasi ideata per spiegare l'acquisto di Rizzoli da parte di Mondadori e #PremioStrega, per seguire i vincitori del Premio Letterario più famoso d'Italia, vinto da Nicola Lagioia, il cui hashtag è #lagioia.

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati