Urania Collezione: Polvere di luna, di Arthur C. Clarke

Esce oggi, per Urania Collezione di dicembre, Polvere di Luna, di Arthur C. Clarke

Urania Collezione di dicembre porta in edicola, oggi, Polvere di Luna, di Arthur C. Clarke.

Arthur C. Clarke (1917-2008) è stato un inventore inglese e un importante, influente, prolifico e pluripremiato scrittore sci-fi, uno dei Big Three della fantascienza della seconda metà del ventesimo secolo, insieme a Isaac Asimov e Robert A. Heinlein.

Ex revisore dei conti per il Governo, ex esperto di radar della RAF durante la Seconda Guerra Mondiale (contribuì a inventare la difesa radar che avrebbe consentito alla RAF di sconfiggere i nazisti durante la grande offensiva della Luftwaffe nella c.d. Battle of Britain del 1940), Arthur C. Clarke cominciò a vendere i suoi primi racconti sci-fi alle riviste di settore negli Anni Quaranta. Dopo la laurea in matematica e fisica, cominciò a lavorare come assistant editor presso Science Abstracts e fu presidente, dal 1946 al 1947 e poi dal 1951 al 1953, della British Interplanetary Society (oltre che membro di molte associazioni scientifiche come Academy of Astronautics e Royal Astronomical Society). Nel 1951 Clarke divenne uno scrittore professionista. Nel 1956 si trasferì in Sri Lanka, più permissiva nei confronti della sua condizione di omosessuale, dove si occupò di esplorazione subacquea e fu nominato rettore dell'Università di Ceylon. Vi rimase fino alla morte, avvenuta nel 2008. Nel 2000 era stato nominato Knight Bachelor per meriti letterari, divenendo Sir Arthur C. Clarke.

Clarke fu cantore della fantascienza hard (tecnologico-scientifica) e portatore di una visione ottimistica della scienza e del futuro a essa legato (previde, tra le tante cose, Internet e le telecomunicazioni tramite satelliti geostazionari, la cui orbita, in seguito, fu chiamata orbita di Clarke o fascia di Clarke proprio in suo onore).

Autore di moltissimi tra romanzi e racconti (qui la bibliografia completa e qui l'elenco dei racconti), di Clarke ricordiamo almeno il Ciclo di Rama, avviato da Incontro con Rama, premio Hugo 1974, e il Ciclo di Odissea nello spazio, avviato da 2001: Odissea nello spazio (il libro, lo ricordiamo, nacque contemporaneamente alla sceneggiatura dell'omonimo, celebre film di Stanley Kubrick, scritta anch'essa da Clarke con la stretta consulenza del regista e ispirata al racconto dello scrittore stesso The Sentinel, 1948. Film e libro uscirono nel 1968 ed ebbero, entrambi, un grande successo). Tra gli altri romanzi di Clarke ricordiamo anche Le guide del tramonto (Childhood's End, 1953), Voci di terra lontana (The Songs of Distant Earth, 1986), Le fontane del Paradiso (The Fountains of Paradise, 1979), La città e le stelle (The City and the Stars, 1956), Terra Imperiale (Imperial Earth, 1975), Le sabbie di Marte (The Sands of Mars, 1951) e Polvere di Luna (A Fall of Moondust, 1961).

Polvere di Luna, candidato al Premio Hugo e pubblicato in Italia nel 1962 (Urania 281), nel 1974 (Urania Millemondi Inverno) e nel 1983 (I Massimi della fantascienza Mondadori), racconta «la spaventosa avventura del battello Selene», una nave da crociera che durante il suo viaggio turistico sulla Luna, attraverso il Mare della Sete, fatto di una insidiosissima polvere - «né liquida né solida, un mare uniforme e infido» - subisce un tremendo incidente che mette a rischio tutti i passeggeri.

Arthur C. Clarke
Polvere di Luna (A Fall of Moondust, 1961)
Urania Collezione 143 (Mondadori)
€ 5,90
In edicola da oggi (terzo mercoledì del mese)

Primo Video | 1964, BBC: Arthur C. Clarke fa alcune predizioni sul futuro (l'autore compare a 3 minuti e 35 secondi e inizia a parlare a 3.48)

Secondo Video | 1974, Australian Broadcasting Corporation: Arthur C. Clarke predice la nascita di Internet e la diffusione generalizzata dell'uso del computer nel 2001

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati